mercoledì 1 gennaio 2014

Compilazione 730 2014: serve un aiuto?

Scrivi la tua domanda nello spazio dei commenti... un contribuente onesto potrebbe rispondere e aiutarti!

Se la risposta ti ha aiutato clicca su Mi piace o su g+1 oppure diventa un membro del blog. Grazie!

79 commenti:

  1. Come compilare quadro b del 730 in riferimento a 3 periodi per lo stesso fabbricato: locazione 6 mesi con risoluzione, un mese di lavori e 5 mesi in comodato d'uso gratuito. Ho scritto tre righe: una con l'utilizzo 3 e canone dei 6 mesi, nelle altre due righe segno caselle cont. e scrivo rendita catastale e per l'utilizzi che metto? il contratto di comodato non è registrato. grazie.

    RispondiElimina
  2. Un mese di lavori sicuramente codice 2. Le istruzioni spiegano quanto segue: immobile, ad uso abitativo, tenuto a disposizione. Si tratta, ad esempio, dell’immobile posseduto in aggiunta a quello adibito ad abitazione principale del possessore o dei suoi familiari (coniuge, parenti entro il terzo grado ed affini entro il secondo grado) o all’esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali da parte degli stessi.
    Per i 5 mesi in comodato occorre specificare. Se l'abitazione è data in uso gratuito ad un familiare che vi ha trasferito la residenza allora codice 10 altrimenti continua ad essere codice 2, e in questo caso bastano 2 righi del quadro B.

    RispondiElimina
  3. Due immobili nello stesso stabile, con due rendite distinte, il 16 marzo 2012 sono state unificati in un unico immobile con rendita e dati catastali differenti. Nel 730 2012 bisognera' indicare sempre i due vecchi immobili con le rendite distinte? La variazione con la nuova rendita verra' indicata nel 730 2013? E per l'Imu come dovro' comportarmi?

    RispondiElimina
  4. Occorre attenersi alla rendita e alle unità immobiliari registrate in catasto. Perciò è corretto indicare due immobili nel 730 2012 ed è corretto, se ho ben capito la situazione, pagare l'Imu per le due distinte unità immobiliari fino alla data dell'accatastamento che le ha accorpate. Nell'eventuale conteggio delle detrazioni giova ricordare che non possono mai essere considerate abitazione principale due distinte unità immobiliari seppure contigue.

    RispondiElimina
  5. Ho un dubbio, ho tre figli di cui 2 non fiscalmente a carico, li devo indicare lo stesso nel 730 (quadro familiari a carico)o devo indicare come primo figlio il terzo che è a mio carico? Grazie per la risposta.

    Gio'57

    RispondiElimina
  6. E' corretto indicare solo il codice fiscale del terzo figlio barrando la casella di Primo figlio F1.

    RispondiElimina
  7. buon giorno , sono arrivata qui dopo aver visto il vostro sito dello scorso anno e speravo di trovare il dettaglio rigo per rigo spiegato bene come quello invece trovo solo il blog
    per la prima volta provo a compilare il 730 web sul sito del ministero ma ho alcuni dubbi
    1) una pansione integrativa volontaria (postevita) va bene al rigo 27 colonna 2?
    le spese per ssn per auto vanno bene al rigo e17?
    le tasse pagate al consorzio di bonifica vanno bene al rigo 26 cod 5?
    le spese di trasposto pubblico non si possono più inserire? spese di libri per la scuola?
    le spese pagate per un terzo ici 2 casa pagate con bollettino postale come si indicano nel modello per non essere ripagate?
    l'imu in questa situazione di confusione si potrà pagare con bollettini postali ed evitare di indicarla sul 730 perchè non venga pagata con le attualio detrazioni?

    RispondiElimina
  8. Salve, ho un dubbio, nel 730 2012 va indicata la rednita catastale che risulta dai documenti oppure deve essere rivalutata del 5% come previsto per il calcolo dell'IMU?
    Grazia

    RispondiElimina
  9. Salve,
    Sono un cittadino italiano che ha lavorato per un periodo in Australia iscrivendomi regolarmente all'Aire per il periodo di espatrio.
    Quando sono rientrato in Italia non ho chiuso il c/c australiano sul quale ho continuato a percepire interessi che mi vengono tassati alla fonte.
    Essendo rientrato in Italia dal 2009 avrei dovuto dichiararla questa disponibilita' lasciata li' dove in effetti e' stata prodotta?mi tocca dichiararla adesso e a cosa vado in contro?
    Grazie,
    Luca

    RispondiElimina
  10. Ho ricevuto un assegno per anzianità professionale aziendale da ente privato, non inserita nel cud. Dove va inserita nel 730/12 ?

    RispondiElimina
  11. @ Kiss: Ma sei bravissima! In gran parte confermo le tue risposte.
    I contributi S.S.N. Dell'assicurazione auto vanno inserite al rigo E21.
    Le spese per il trasporto pubblico e per i libri non si detraggono.
    Nella colonna dell'ICI devi indicare SOLO la quota di tua competenza in base alla percentuale di possesso. Il resto va bene, poi sarà chi presta assistenza fiscale a verificare l'idoneità della documentazione che presenti.
    Il pagamento dell'IMU invece lo dovrai effettuare con F24. Il bollettino sarà disponibile da Dicembre. Dai un'occhiata al post Calcolo IMU: ecco un semplice vademecum.

    @ Alfi: Devi indicare la rendita che risulta dalle visure catastali. Ci pensa chi presta assistenza fiscale a rivalutare.

    @ Luca: dai un'occhiata al post Monitoraggio fiscale: il quadro RW e ai relativi commenti.

    @ Micky: pochi elementi per rispondere. Comunque se hai ricevuto l'assegno nel 2011 dovresti aver ricevuto nei mesi scorsi un CUD 2012 da inserire nel quadro C.

    RispondiElimina
  12. Ho venduto il 6.6.11 un appartamento+box (non prima casa) . L’immobile era di mia proprietà da meno di 5 anni. devo dichiarare in qualche modo la cifra percepita?
    IL box di cui sopra godeva della detrazione del 36% per cui avevo già percepito 3 rate di rimborso. Cosa devo fare quest’anno?

    RispondiElimina
  13. Non è rilevante il concetto di prima casa. Se l'immobile è stato adibito ad abitazione principale per la maggior parte del periodo di possesso allora non devi dichiarare nessuna plusvalenza, altrimenti sì. Quindi è rilevante solo la residenza anagrafica, cioè il luogo effettivo in cui hai vissuto in questi anni! Infatti in questo caso, anche se la cessione avviene prima dei 5 anni dall'acquisto, la stessa non si considera speculativa e quindi è esente da imposte.
    Per quanto riguarda la detrazione del 36% mi sembra corretto attribuirne i benefici all'acquirente, poiché la norma che consente al venditore di decidere se continuare a detrarre le rate rimanenti o trasferirle all'acquirente è entrata il vigore solo il 17 Settembre 2011.

    RispondiElimina
  14. Si possono scaricare gli scontrini della farmacia se c'è il codice del prodotto ma non specifica la natura?
    Inoltre gli scontrini dove c'è l'applicazione di uno sconto al farmaco va considerato come importo detraibile quello al netto dello sconto o al lordo?

    RispondiElimina
  15. Oltre al codice prodotto è necessario che ci sia scritto FARMACO. E' detraibile la spesa effettivamente sostenuta, quindi al netto dello sconto.

    RispondiElimina
  16. Salve, ho un dubbio, vorrei sapere se una ricevuta e non fattura di una visita specialistica dietologica la posso scaricare. Grazie.

    RispondiElimina
  17. Sì, è detraibile l'onere certificato da ricevuta.

    RispondiElimina
  18. Salve vorrei sapere le erogazioni liberali a favore delle onlus vanno indicate come onere deducibile al rigo E26 codice 3, però ho letto che potrebbero essere indicate anche come onere detraibile al rigo E17 codice 20,come fare per effettuare la scelta corretta?
    Inoltre chiedevo sono in possesso di due scontrini della farmacia con scritto dispositivo medico in uno è indicato il nome del prodotto nell'altro solo il codice, so che devono rientrare in un appostito elenco, però se non c'è la descrizione come faccio a saperlo? E devono avere anche il marchio CE, però non so se questo marchio ce l'hanno o meno, sono detraibili? Grazie per la collaborazione.

    RispondiElimina
  19. Scusate chiedevo altri due quesiti, ho un dubbio uno scontrino della farmacia che indica il nome del prodotto e non il codice AIC e di seguito c'è scritto OTC, volevo sapere se è ugualmente detraibile? Grazie mille.
    Inoltre per quanto riguarda gli interessi per il mutuo, basta che indico l'importo che la banca mi ha rilasciato relativo all'anno 2011 comprensivi anche degli oneri accessori o solo la quota interessi?E' sufficiente questo importo o devo fare qualche formula o calcolo particolare? Grazie mille.

    RispondiElimina
  20. Salve, faccio la dichiarazione congiunta per me e mia moglie, la prima e unica casa di donazione di mia moglie la devo inserire nel 730 o posso evitare?

    RispondiElimina
  21. Buonasera. Avrei bisogno di certezze rispetto alla mia situazione, onde se necessario cercare di porvi rimedio. Dunque: Quest'anno, per la prima volta, non ho compilato l'UNICO 2012. Abitualmente svolgo attività di consulenza in proprio, ma nel 2011, causa crisi, privo di clientela, non ho avuto alcun reddito. Sono capofamiglia di un nucleo di 4 persone, moglie e due figli. Siamo attualmente tutti disoccupati. Unica fonte di reddito sono i dividendi relativi ad una partecipazione non qualificata in una azienda italiana, percepiti dopo il prelievo alla fonte del 20%. Si tratta di circa 50.000 euro (post-prelievo). Ho casa di proprietà, su cui pago IMU e Tarsu regolarmente. Ho fatto riferimento a quanto disposto dall'art. 3, comma 3 lettera a) del nuovo TUIR, espressamente richiamato dal comma 1 dell'art. 47. Così facendo, non ho potuto però detrarre tutte le spese detraibili sostenute. Ho fatto bene? Sono preoccupato in quanto ho necessità di ricevere, senza intoppi, un conguaglio richiesto per l'anno 2010 di circa 5.800 euro. Grazie

    RispondiElimina
  22. buongiorno, vorrei sapere se il libri di testo della scuola media si possono scaricare sul 730. Grazie

    RispondiElimina
  23. @elViejo: Gli utili derivanti da partecipazione non qualificata scontano una ritenuta alla fonte a titolo d'imposta e quindi non vanno dichiarati. Il richiamo al TUIR peraltro è assolutamente corretto. Infine gli oneri detraibili sono comunque "inutili" in caso di imposta Irpef a debito già azzerata (come nel suo caso).

    @franco coppola: Purtroppo non si possono scaricare.

    RispondiElimina
  24. Ho un immobile+pertinenze con rendite catastali diverse. Ad ottobre 2012 mi è arrivata comunicazione di modifica della rendita catastale delle pertinenze. Come devo compilare il 730? un rigo per il periodo relativo solo alla precedente rendita catastale e 1 per il periodo da ottobre a dicembre 2012 con nuova rendita? e poi un rigo solo per l'abitazione principale la cui rendita non è cambiata?

    RispondiElimina
  25. @Corso Lazio: nei casi di variazione in seguito a revisione del Comune la nuova rendita diviene effettiva a partire dal 1 Gennaio dell'anno successivo a quello in cui il contribuente ha ricevuto la comunicazione. In tal senso si può confrontare anche la Cassazione 5933/2010 che esprime tale principio anche se con particolare riferimento all'ICI. Negli altri casi di variazione (es. lavori di ampliamento, abbattimento muri ecc.) le rendite catastali ai fini fiscali devono essere considerate entrambe. Per concludere, Corso Lazio, compila solo un rigo del 730 2013 per ogni pertinenza indicando la vecchia rendita. Il prossimo anno compila sempre un rigo, ma con la nuova rendita. Per quanto concerne l'IMU, a Giugno 2013 pagherai con la nuova rendita.

    RispondiElimina
  26. Salve ho un dubbio relativo alla compilazione della sezione V E71 detrazione canoni d'affitto: nel 2012 ho avuto per 274 giorni al 25% contratto tipologia 3 ma avendo reddito superiore a 15493,71 € da quello che capisco nella tabella riportata in appendice istruzioni non avrei diritto ad alcuna detrazione.
    Poi per 92 giorni al 50% contratto di locazione 4+4 anni (stipulato dal 1 ottobre 2012) ma non sono ivi residente. Posso far rientrare questo secondo contratto ai punti 1 o 2?
    Cosa mi è più conveniente fare?
    Sotto quanto riportato nelle istruzioni

    Grazie


    SEZIONE V - Dati per fruire delle detrazioni per canoni di locazione
    In questa sezione vanno indicati i dati per poter fruire delle detrazioni spettanti agli inquilini per canoni di locazione relativi ad immobili
    adibiti ad abitazione principale.
    Se le detrazioni risultano superiori all’imposta lorda, diminuita delle detrazioni per carichi di famiglia e delle altre detrazioni relative a particolari
    tipologie di reddito, la quota della detrazione che non ha trovato capienza verrà considerata da chi presta l’assistenza fiscale nella
    determinazione dell’imposta dovuta e, pertanto, comporterà un maggior rimborso o un minor debito.
    Rigo E71 - Inquilini di alloggi adibiti ad abitazione principale: il rigo deve essere compilato dai contribuenti titolari di contratti di locazione
    di immobili utilizzati come abitazione principale che si trovano in una di queste situazioni:
    1) hanno stipulato o rinnovato il contratto in base alla legge che disciplina le locazioni di immobili ad uso abitativo (legge 9 dicembre
    1998, n. 431);
    2) hanno stipulato o rinnovato contratti cd. convenzionali (art. 2, comma 3 e art. 4, commi 2 e 3, della legge 9 dicembre 1998, n. 431);
    3) hanno un’età compresa fra i 20 ed i 30 anni e hanno stipulato un contratto di locazione agevolata (legge 9 dicembre 1998, n. 431).
    In questo caso è necessario che l’unità immobiliare sia diversa da quella destinata ad abitazione principale dei genitori o di coloro cui
    sono affidati dagli organi competenti ai sensi di legge. La detrazione spetta per i primi tre anni dalla stipula del contratto e, pertanto,
    se questo è stato stipulato nel 2012 la detrazione potrà essere fruita anche per il 2013 e il 2014

    RispondiElimina
  27. Buongiorno, avrei dei dubbi relativi alle detrazioni per il pagamento del canone di locazione. Ho trasferito la mia residenza a luglio 2010 a Bologna da Lecce. Da luglio 2011 lavoro come dipendente a Modena (prima non lavoravo). Dal 1 ottobre 2011 sono titolare (al 50%) di contratto di locazione a canone concordato della casa dove vivo (e dove sono residente) a Bologna. Rientro nel caso contemplato al rigo E72? Modena può essere considerata comune limitrofo a Bologna?
    Grazie.

    RispondiElimina
  28. @Angela Patuzzo: da quanto esposto pare legittimo usufruire per 274 giorni al 25% e per 92 giorni al 50% della detrazione per canoni di locazione con codice 1; il fatto di non poter usufruire della detrazione spettante ai giovani non preclude la possibilità di beneficiare della detrazione ordinaria. Infine sottolineo che in base all'art. 16 del Tuir d.p.r. 917/1986 non è indispensabile la residenza anagrafica per certificare il requisito dell'abitazione principale. Naturalmente in caso di controllo occorre dare prova certa all'amministrazione finanziaria che l'immobile locato sia stato effettivamente adibito a dimora abituale e principale.

    @Anna: il comma 1bis dell'art. 16 del d.p.r. 917/1986 Tuir (testo di riferimento) non fa sconti sul significato letterale del termine "limitrofi" e quindi la detrazione non spetta.

    RispondiElimina
  29. Salve,
    fino all'anno scorso ho consegnato il Mod.730 congiunto con mia moglie.
    In tutte le dichiarazioni passate, una spesa eseguita nel 2009 che dava diritto alla detrazione del 36% è sempre stata divisa equamente fra me e mia moglie.
    A partire da quest'anno (redditi 2012) mia moglie è a mio carico quindi consegnerò un solo modello 730.
    Ai fini della detrazione 36% posso attribuirmi l'intera spesa (e quindi a tutti gli effetti cambiarne l'ammontare - rigo E41 colonna 9 - da un anno all'altro) o sono costretto a perdere la detrazione su metà della spesa?
    Grazie per la cortese risposta.

    RispondiElimina
  30. Buongiorno.... ho un dubbio sul rigo C1 per quanto riguarda la tipologia di contratto. Da agosto 2011 fino a dicembre 2012 ho percepito la mobilità erogata direttamente dall'INPS.... in questo caso cosa devo mettere nel casella per la tipologia di contratto? Si riferisce al mio vecchio lavoro?

    RispondiElimina
  31. @Ginaluca: La risposta è no, purtroppo. Le spese per il recupero del patrimonio edilizio che danno diritto alle detrazioni del 36%, 41%, 50%, come anche le spese per il risparmio energetico che danno diritto alla detrazione del 55%, possono essere indicate in dichiarazione solo da chi ha effettivamente sostenuto la spesa e fino a concorrenza della propria Irpef. Quindi il soggetto fiscalmente a carico incapiente perde il diritto alla detrazione della rata, e tale diritto non può essere fatto valere negli anni successivi né può essere fruito dal contribuente che lo indica tra i familiari a carico.

    @Ary81: Esatto. La tipologia di reddito da indicare è quella che ha dato diritto alla prestazione a sostegno del reddito erogata dall'Inps.

    RispondiElimina
  32. @Enrico: grazie per la risposta, mi ha chiarito il dubbio per la dichiarazione di quest'anno. Ho però un dubbio sulla tua frase "...tale diritto non può essere fatto valere negli anni successivi...". Questo vuol dire che se mia moglie dovesse riprendere l'attività lavorativa non potrà più usufruire della detrazione del 36% per la sua quota? E se potesse usufruirne, da quale rata ripartirebbe?
    Grazie ancora

    RispondiElimina
  33. Sì, la frase può essere fraintesa. In sostanza la moglie salta la rata di quest'anno. Nei prossimi anni potrà usufruire della detrazione ma ripartendo dalla rata successiva.

    RispondiElimina
  34. Buongiorno, avrei una domanda riguardo Il Quadro E Oneri e Spese, sezione E7.
    In particolare nel 2012 io ero in possesso di una casa di mia proprietà al 100% dal 01/01/2012 al 19/09/2012. In seguito ho venduto la casa e dal 02/10/2012 ho acquistato una casa in comproprietà con mia moglie.
    Volevo quindi chiedere se per la sezione degli interessi del mutuo concorrono entrambi gli interessi (quelli del secondo mutuo ovviamente al 50%) entro un limite di 4 mila euro o entro un limite di 2 mila euro, o come sia necessario effettuare il calcolo.

    Grazie.

    RispondiElimina
  35. Concorrono entrambi gli ammontari di interessi corrisposti. Quelli del primo mutuo fino a 4000 euro, mentre quelli del mutuo cointestato fino a euro 2000 euro. Comunque il limite complessivo resta 4000 euro in virtù della titolarità esclusiva del primo mutuo.

    RispondiElimina
  36. Innanzitutto la ringrazio infinitamente e le faccio i complimenti perchè è l'unico sito dove ho capito chiaramente come si compilano le righe E27-E31 relative alla previdenza complementare.
    Anche nella guida ufficiale dell'agenzia delle entrate si fa sempre riferimento ai campi 120 e 121 del CUD mentre in realtà quello che davvero interessa è ciò che non è già presente in quei campi, come nel mio cosa che ho sottoscritto un pip.

    Ora avevo un ulteriore dubbio: avendo lavorato stagionalmente nell'estate del 2004 con contratto di lavoro a tempo determinato, per questi pochi mesi non posso essere considerato un lavoratore di prima occupazione, giusto?

    Inoltre volevo sapere dove ritroverò queste deduzioni e le detrazioni al 19% in busta paga di luglio/agosto per poter effettuare un controllo. Questo perchè, ora che sto iniziando a capirci qualcosa, non mi torna il 730 fatto l'anno scorso, o meglio le detrazioni che ammontavono all'incirca a 200 euro non mi hanno portato nessun aumento in busta paga ne ho trovato diciture relative.

    La ringrazio e mi scuso se mi sono dilungato.
    Grazie

    RispondiElimina
  37. Buongiorno,
    avrei bisogno di sapere se è possibile scaricare dal 730 le fatture dei campi estivi dei figli e se sì in quale campo.
    Grazie
    Saluti

    RispondiElimina
  38. Buongiorno,
    devo fare il 73 ma quest'anno ho due CUD: uno standard da lavoro dipendente ed un secondo inviatomi da E.Bi.Ter:Bo. (Ente Bilaterale del Terziario Bologna) con cui mi hanno certificato il rimborso spese che mi è stato corrisposto per le spese sostenute per la frequenza dei figli ai campi estivi (in funzione di un accordo tra la società per cui lavoro e l'ente stesso). Non sono certo di compilare il 730 nel modo giusto nel senso che io ho sommato reddito, irpef e addizionale comunale di entrambi i CUD inserendoli in un solo quadro C. Mi confermate che la procedura è questa?
    Grazie
    Michele Santillo

    RispondiElimina
  39. Per Angela Patuzzo: si, è possibile purché l'ente presso cui si sono svolti i campi estivi rientri nell'elenco delle strutture sportive dilettantistiche. Diversamente, no.

    RispondiElimina
  40. @ Michele Santillo: Non è corretto. I redditi vanno inseriti separatamente nei campi C1 e C2 (Parte B - punto 1 del Cud 2014) compilando anche le relative caselle "Tipologia reddito" (dipendente/pensione ecc.) e "Indeterminato/Determinato". Gli altri importi del Cud (ritenute, giorni ecc.) vanno sommati e inseriti nei righi successivi C4 e C5.

    RispondiElimina
  41. Per le spese mediche di una dichiarazione congiunta, si possono scrivere solo sul 730 del dichiarante o vanno scritte divise tra dichiarante e coniuge.

    RispondiElimina
  42. ho svolto 2 lavori nel 2013 come dipendente con 2 cud, per un totale di 150 giorni lavorati ed un compenso lordo complessivo di circa 9000 euro. sono obbligato a fare il 730?

    RispondiElimina
  43. @ Sergio Coletti: le spese mediche sono detraibili solo dal contribuente che le ha sostenute, quindi vanno divise. Solo in caso di coniuge a carico il contribuente può detrarre indistintamente le spese.
    @ Vanni: Sì, è obbligatorio presentare la dichiarazione. Un reddito lordo di 9000 euro supera le soglie di esonero. Nel caso specifico è necessario conguagliare i due Cud, le cui ritenute Irpef (punto 5) probabilmente risultano insufficienti in relazione al reddito totale.

    RispondiElimina
  44. Ciao, complimenti per il completissimo articolo.
    Nella compilazione del quadro B relativamente ad un appartamento affittato per 192gg su 365 non capisco se devo indicare la cifra totale (tolte le spese) per entrambi i comproprietari o se devo indicarne il 50%... Mi potresti chiarire il punto? Grazie

    RispondiElimina
  45. Buongiorno,
    nel corso del 2013 è variata la rendita catastale dell'alloggio, come deve essere compilato il relativo quadro B del 730?
    grazie
    saluti

    RispondiElimina
  46. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  47. Salve, nel 2013 ho acquistato un climatizzatore. Siccome mi fu detto che sarebbe stato possibile scaricare l 50% della spesa, ho eseguito il pagamento mediante bonifico apposito. Ora cercando su internet c'è chi dice che non è piu possibile scaricare la spesa, oppure che bisogna aver ristrutturato casa o addirittura non si capisce se la deduzione è del 50% o del 65%... si sa qualcosa di assolutamente certo a riguardo?

    RispondiElimina
  48. Salve, ho un dubbio riguardo l'inserimento o meno di una borsa di studio.
    Nel 2013 ho vinto una borsa di studio comunale del valore di €500. Il Comune, in seguito, mi ha inviato il CUD 2014.
    Nel CUD, al punto 1 compare il reddito di €500 mentre al punto 5 €0.0 poiché al punto 101 sono indicati €115, al 107 €115 e al 113 €115.
    Cosa devo fare dunque al momento della compilazione del 730??
    Grazie per l'attenzione!

    RispondiElimina
  49. @ Marco Mira: il canone di locazione va indicato in proporzione ai giorni di durata della locazione stessa. Inoltre deve essere indicato per intero indipendentemente dalla quota di possesso. Nel tuo caso, ipotizzando un canone annuo di 1000 euro devi scrivere 526 = 1000 / 365 * 192 senza dividere ulteriormente il risultato per i comproprietari.

    @ Gianluca: se la rendita catastale è stata variata su iniziativa dell'amministrazione finanziaria il nuovo valore assume rilevanza a partire dal periodo di imposta successivo cioè dalla successiva dichiarazione dei redditi. Se invece la rendita catastale ha subito una variazione in seguito ad operazioni poste in essere dal contribuente (ristrutturazioni, cambi di destinazione ecc.) allora le rendite vanno indicate in proporzione ai giorni dell'anno.

    @ Lucs: per quanto riguarda le detrazioni per le ristrutturazioni edilizie e il risparmio energetico consiglio a tutti di informarsi attraverso le guide fiscali presenti sul sito dell'Agenzia delle Entrate (Home page, link "Guide fiscali") che sono state pensate e scritte per essere comprese anche dai non addetti ai lavori. Sono davvero esaustive. Cmq per rispondere alla tua domanda, il climatizzatore rientra nelle spese per il risparmio energetico. Per beneficiare della detrazione occorre che l'intervento sia di sostituzione di vecchi modelli/impianti e non solo di acquisto, che la macchina sia dotata di pompa di calore, che appartenga alla più alta classe di efficienza energetica. A seconda del periodo in cui è effettuata la spesa la percentuale di detrazione cambia: 55% fino al 05/06/2013; 65 % dal 06/06/2013 fino al 31/12/2014; 50% dal 01/01/2015 fino al 31/12/2015; 36% a regime. Insomma un disastro del solito legislatore italiano.

    @ MaG: il Cud descritto, se rappresenta l'unico reddito percepito nel 2013, rientra nei casi di esonero dalla dichiarazione. Ripeto, solo se i 500 euro sono l'unico reddito percepito nel 2013 (no terreni, no fabbricati, no redditi di capitale ecc.) non vanno dichiarati. In caso contrario i 500 euro vanno certamente inseriti in dichiarazione e fanno cumulo con eventuali altri redditi.

    RispondiElimina
  50. Buonasera, due domande: la prima, nel 2013 ho fatto dei lavori per cui ho diritto alla detrazione per il recupero del patrimonio edilizio, devo indicare due righe diverse essendo stati effettuati da due ditte diverse, ognuna quindi con il lavoro/importo e il codice fiscale/partita iva della ditta oppure è sufficente una riga sola con l'importo totale senza l'indicazione del codice fiscale. La seconda: mia figlia frequenta una scuola paritaria, prima elementare, è possibile portare in detrazione il contributo mensile per l'scrizione? Grazie per la disponibiltà

    RispondiElimina
  51. Ho acquisito la prima casa nel 2012 e - per via dei lavori - ho potuto trasferire la residenza solo a gennaio 2013. Ho quindi pagato, nel 2013, l'IMU come seconda casa per il mese di gennaio e la mini IMU per gli altri 11 (residente a Roma). Come va riportata questa situazione nel quadro B del 73072014? Qual è il codice utilizzo per il mese di gennaio? Grazie in anticipo!

    RispondiElimina
  52. Buongiorno, ho 2 auto intestate con rispettivamente i contributi SSN di euro 35,68+33,39, volevo sapere se nel rigo E21 posso indicare 29 euro come importo deducibile. Grazie Emanuela

    RispondiElimina
  53. Buongiorno, dovrei compilare il 730 relativo al 2013 periodo in cui avevo un certo datore di lavoro, che al momento non ho più. Chiedo chi devo mettere come sostituto d'imposta nella casella relativa. Grazie

    RispondiElimina
  54. Buongiorno,

    quest'anno vorremmo in famiglia provare per la prima volta a fare le dichiarazioni dei redditi fai da te, ma abbiamo due perplessità.

    1) Presenteremmo due modelli 730 per i due coniugi, più un figlio a carico ma residente in altra abitazione (abitazione principale con pagamento di mini-imu) nello stesso comune, con proprio stato di famiglia.Come possiamo inserire questo immobile, se dobbiamo farlo? Il problema è che la casa coniugale è dichiarata come principale, e soggetta anch'essa a mini-imu, la sua pure.Il consulente fiscale l'anno scorso ci disse che ciò era doveroso perchè contava lo stato di famiglia.
    2) Possediamo al 50% un immobile che fu locato, poi soggetto a sfratto per morosità nel 2012, eseguito il 7/2/2013. Nel 2013 non abbiamo percepito alcuna indennità di occupazione immobile, la stessa ci è stata liquidata dal giudice nel 2014, ma a oggi non abbiamo ancora incassato nulla.
    Dobbiamo dichiarare l'indennità anche se non percepita? O cosa dichiarare altrimenti?

    La ringrazio in anticipo per le delucidazioni,

    Emanuele

    RispondiElimina
  55. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  56. Buongiorno,
    ho un mutuo stipulato nell'anno 2013 cointestato con i miei genitori e volevo capire come funziona per portare in detrazione gli interessi e tutti gli oneri accessori.
    1) Da quanto so relativamente alla parte di interessi, la somma totale dei versamenti del 2013 va suddivisa in parte uguale per noi tre (io ed i miei genitori). E' corretto?
    2) Per quanto riguarda invece le spese per l'agenzia immobiliare, il notaio e tutte le altre varie imposte legate alla stipula del contratto di mutuo come funziona? Vanno sempre divise tra tutti e tre i cointestatari ? Le fatture in questione sono tutte a nome mio.
    Ringrazio anticipatamente chiunque abbia la pazienza di risolvere questo mio dubbio!

    RispondiElimina
  57. Salve, la mia azienda nel corso degli anni (6) ha considerato mia figlia di 9 anni come minore di 3 anni. A Quali sanzioni vado incontro? Possibile rivalersi sulla'azienda, non credo che IO devevo comunicare che mia figlia ha più di tre anni (la data di nascita a che serve ???) . Ringrazio anticipatamente chiunque abbia la pazienza di risolvere questo mio dubbio!

    RispondiElimina
  58. @ SPERANZA1936: per il primo quesito, è sufficiente indicare solo un rigo. I codici fiscali delle ditte che eseguono i lavori non devono essere indicati. Per il secondo quesito, non si possono detrarre tali spese. La detrazione spetta a partire dalla scuola secondaria di primo grado (medie).

    @ Unknown: si compilano due righi. Il primo indicando l'immobile a disposizione per i giorni di Gennaio durante i quali si è verificata tale situazione e la relativa Imu pagata; il secondo indicando l'abitazione principale e nella Colonna 12 il codice 2 in quanto abitazione principale e pert. per le quali è dovuta l'Imu.

    @ Emanuela 1982: Esatto! 29 euro al netto della francighia di 40 per SSN sul totale di 69.

    @ Angela Patuzzo: devi inserire il datore di lavoro che avrai nel mese di Luglio 2014. Sarà infatti questo sostituto d'imposta a provvedere al conguaglio nella busta paga di Luglio. Se a Luglio 2014 percepisci indennità Aspi (disoccupazione) puoi indicare il codice fiscale dell'Inps che provvederà alle operazioni di conguaglio. Infine, se non puoi avvalerti di nessun sostituto di imposta puoi presentare mod. 730 spuntando la casella per i dipendenti senza sostituto. In questo caso il rimborso sarà erogato direttamente dall'Agenzia delle Entrate entro sei mesi dalla presentazione della dichiarazione, mentre eventuali somme a debito dovranno essere versate direttamente dal contribuente.

    @ Lele I-Am: 1) Ai fini del 730, il codice 1 contrassegna eslcusivamente l'immobile in cui il contribuente (chi presenta la dichiarazione) ha la dimora abituale. L'altro immobile in cui dimora il familiare deve essere indicato con il codice 10. E' chiaro che ogni proprietà immobiliare deve essere dichiarata al Fisco. Per quanto riguarda l'Imu, i Comuni hanno la facoltà di accordare le agevolazioni per abitazione principale anche agli immobili concessi in uso gratuito ai familiari. Evidentemente il caso specifico ha permesso tali agevolazioni. 2) I canoni non percepiti nel 2013 non devono essere dichiarati dal momento che la sentenza di convalida di sfratto si è conclusa prima del termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi. La colonna 7 dovrà essere compilata col codice 4 per informare l'amministrazione finanziaria del motivo per cui si dichiara un canone annuale minore a quello risultante dalla registrazione. I canoni liquidati dal Giudice dovranno essere dichiarati nel periodo di imposta in cui verranno effettivamente percepiti.

    @ Veronica Stramaglia: Gli interessi passivi e gli oneri accessori (notaio, imposte ecc.) rientrano nella stessa categoria di spese da indicare al rigo E7. E' corretto suddividere la spesa in ragione delle quote di assegnazione di mutuo. Per quanto riguarda le spese per intermediazione immobiliare, in caso di più proprietari, la detrazione deve essere ripartita tra i comproprietari (Circolare 4.8.2006 n. 28, risposta 13) anche se la fattura è intestata ad un solo comproprietario (Circolare 4.04.2008 n. 34, risposta 13).

    @ massimo barile: sei soggetto al versamento dell'imposta dovuta + 10% di sanzione (se si paga entro 30 gg dall'avviso, altrimenti 30%) + interessi al tasso legale. Il contribuente è sempre responsabile delle imposte dovute. Per capire se è possibile rifarsi sulla ditta in via civile occorrerebbe la consulenza di un avvocato. Infine se nel corso degli anni è stata presentata dichiarazione dei redditi allora non sussiste nessun problema.

    RispondiElimina
  59. Ancora una domanda su SSN auto... con un 730 unico (moglie a carico) in caso ci fossero 2 auto intestate ognuna ad un coniuge, la prima con euro 22,05, la seconda con 32,55 euro, posso inserire in ogni caso nell'E21 l'importo di 15 euro oppure dato che l'intestatario non è il dichiarante non posso scaricare nulla? Praticamente chi fa due 730 (perchè non a carico)anche se congiunto ed ha un auto intestata a testa, ci perde tutto...grazie alla franchigia!?!
    Domanda 2: Mio cognato ha sua sorella nello stato di famiglia, residente e disabile con pensione di invalidità civile del totale annuo di 3.600+6.000 per accompagnamento, può metterla nel 730 e quindi avere le detrazioni per familiare a carico?

    RispondiElimina
  60. Buonasera, ho un problema in seguito all'avvento dell' IMU
    Sono residente in un appartamento di mia proprietà e ci abito regolarmente mentre mia moglie vive in un altro appartamento di sua proprietà ma nello stesso comune a qlkuno sembra strano ma è così!!
    In precedenza con il 730 dichiaravo la mia abitazione come 1^ casa e pagavo l' ICI come 1^ casa in seguito l' ICI non dovevo più pagarla in quanto sempre 1^ casa. Così faceva mia moglie con la sua!!
    Con l'avvento dell' IMU per il primo anno è stato uguale, cioè non dovevo pagare, ma poi con un articolo mi hanno costretto a scegliere fra la mia e quella di mia moglie quale pagare come 1^ casa e l'altra come seconda in quanto non essendo separati legalmente abbiamo 2 case nello stesso comune.
    La mia domanda è questa:
    Siccome ho scelto di pagare l'IMU come 2^ casa la mia in cui vivo (in base all'articolo) come devo comportarmi con la dichiarazione dei redditi? Ho letto le istruzioni ma non mi sembra di aver letto nulla a riguardo, cioè posso considerarla sempre come 1^ casa in quanto ho la residenza e ci abito abitualmente?
    Grazie x una risposta
    Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  61. Buonasera,

    sono diventata proprietaria di casa il 20.06.2013 ma la residenza è stata trasferita in data 10.10.2013.

    1) Nel momento in cui inserisco il Fabbricato sotto “Giorni di possesso – Dal … al …” cosa devo considerare, l’acquisto o il trasferimento di residenza?

    2) Dall’amministratore mi è stato mandato un foglio per un appartamento condominiale che è in affitto.
    Va inserito come nuovo fabbricato?
    La rendita catastale che va messa è quella totale che mi ha comunicato l’amministratore (dove distingue Rendita Catastale da Rendita Effettiva) per poi specificare il possesso di 12 millesimi nella percentuale?
    Come codice Utilizzo ho messo 9, giorni di possesso immagino lo stesso che ho messo su casa.
    Inoltre in questo caso IMU 2013 non saprei cosa mettere, non ne ho comunicazione. E’ un problema?
    Dove si inserisce che è in affitto? Considerando che non ho alcuna informazione in merito?

    3) Per interessi passivi mutuo più oneri accessori (le spese incasso si possono inserire?), avendo diritto ad 1/3 (che è la parte di mia competenza essendo il mutuo cointestato) devo indicare il totale di tutto ridotto a 4000 e diviso tre indicando Quota 100% o metto direttamente 4000 e indico come Quota 33% ?
    Scusate ma 4000 tra interessi passivi, oneri accessori, notaio?
    Va tutto sotto E7 giusto?

    So di essere stata un po’ eccessiva con le domande ma non ci sto capendo nulla e spero che possiate farmi capire come funziona.

    Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera,
      scusate ma mi è venuto un altro dubbio..
      Ma nella parte IMU dovuta nel 2013 devo mettere sia la mini IMU versata a Gennaio 2014 che la parte di IMU versata per il periodo fino al 10.10.2013 che non avevo ancora la residenza e quindi risultava seconda casa?
      Grazie!

      Elimina
  62. Ciao a tutti!
    Voglio chiedervi se la colonna E72 si vale anche per i stranieri che hanno tranferito la sua residenza da proprio paese a Italia, sempre per il motivo di lavoro e con un contratto inderminato?

    Grazie Mille!

    RispondiElimina
  63. Buongiorno, chiedo scusa ma non ho capito dove potrei trovare una eventuale risposta!! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nessuno mi sa dare una risposta? :-(

      Elimina
    2. Ciao Frank,
      sto andando in ansia anche io perchè la scadenza si avvicina, comunque di solito Enrico è la persona che risponde e lo fa dopo qualche giorno.. questa volta sta passando un pò di più ma spero che ci faccia sapere qualcosa presto.

      Elimina
    3. ciao Veronica, io non ho ancora capito in che modo avviene la risposta se su qsto sito oppure tramite e-mail!!!
      Effettivamente il tempo passa e non so come comportarmi, ciao e buona giornata!!

      Elimina
  64. Mi scusi ma la mia compagnia assicurativa non mi dà la certificazione 2013 relativa alla "Polizza Infortuni del Conducente” dicendo che non rientra nel ramo vita pertanto la NON é fiscalmente detraibile. Io con altre compagnie l'ho sempre detratta! Attendo il suo consiglio.



    RispondiElimina
  65. Buon giorno,
    per quanto riguarda la compilazione del rigo E21 del 730, la spesa per il SSN va inserita già decurtata di 40 euro o va inserita per intero e poi il CAF provvederà a decurtare la cifra inserita?
    Grazie anticipatamente per la risposta.

    RispondiElimina
  66. salve,dopo la morte di mia madre,dal 10/7/2013(data di successione),ho ereditato 1/6 di 3 fabbricati(2 cat c/2 e 1 cat a/7, tutti sullo stesso terreno) in cui vive mio padre.
    La mia domanda è devo dichiarare sul 730 e che codice dovrei inserire ?come devo compilare il quadro b?grazie in anticipoa chiunque mi sappia dare una risposta.

    RispondiElimina
  67. @ Frank: la disciplina Irpef e quella Imu viaggiano su binari diversi. Il codice 1 serve a indicare, ai fini Irpef, il fabbricato in cui il contribuente ha la residenza anagrafica e vi dimora abitualmente. E non rileva ciò che succede su altri fronti impositivi.

    @ piyush: stando al tenore letterale della norma e alla ratio che sta alla base della stessa io propendo per la possibilità di detrazione. Insomma, sì.

    @ seri bax: il contributo s.s.n. va indicato per intero. Chi presta assistenza fiscale terrà conto della franchigia.

    @ alberto toriello: al coniuge superstite spetta il diritto di abitazione sull'abitazione coniugale e le sue pertinenze secondo l'art. 540 c.c. da cui consegue l'inserimento in dichiarazione dei redditi dell'intera proprietà dei fabbricati (nel caso in cui il contribuente sia obbligato a presentare dichiarazione ovviamente). Chi ha solo la nuda proprietà dei fabbricati, in questo caso gli altri eredi, non deve dichiarare nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Enrico!!! Volevo sapere anche se, sempre nel quadro B, alla colonna 12 devo inserire il codice "2" cioè abitazione principale assoggettata ad IMU.
      Grazie Frank

      Elimina
    2. Salve,
      scusami Enrico ho visto che hai dato risposta solo a una parte delle persone, la mia domanda e' stata troppo specifica, troppe richieste?
      Solo per sapere se devo aspettarmi risposta oppure no in generale.
      Grazie!
      Veronica

      Elimina
    3. Anche io non ho avuto risposta...immagino che ti rompiamo un po' ma per cortesia aiutaci...

      Elimina
  68. Salve, mi chiamo Giuseppe, volevo porvi una domanda circa la compilazione del mod. 730. Ho presentato il modello 730 al NAF entro il 30 aprile ma mi sono accorto che ho dichiarato di avere mia moglie a carico quando non lo doveva essere in quanto per l'anno 2013 ha percepito un reddito superiore a € 2840,51, cosa posso fare per correggere l'errore?

    RispondiElimina
  69. Salve sono Emanuele e sono un dipendente della Polizia di Stato.
    Volevo chiedere se posso usufruire della detrazione del canone di locazione nonostante facci la detrazione per gli interessi passivi di un mutuo della casa che ho comprato. La casa di proprietà è a Palermo e io sto in affitto a Firenze dal 2012. Grazie e cordiali saluti.

    RispondiElimina
  70. Buongiorno a tutti, mi sono iscritto su questo forum perchè è arrivata a moltissima gente da pagare arretrati perchè non hanno fatto la dichiarazione dei redditi. Sono sincero, ho chiesto a un sacco di persone, anche al commercialista, e non mi sono ancora chiarito le idee se i miei devono o non devono fare la dichiarazione dei redditi. Spiego la situazione:
    Noi nel nucleo famigliare siamo in 4, la madre e il padre lavorano come dipendenti (la madre con un cud da 12.000 e il padre anche lui con il reddito certificato dal cud con intorno ai 23.000). Io e mio fratello siamo studenti all’università e prendiamo ogni giorno il treno e il pullman. Da oltre 7 anni abbiamo sempre fatto l’ISEE per la riduzione delle tasse. Non abbiamo proprietà, siamo in affitto, l’unica cosa è che abbiamo 2 vecchie auto, una del 2001 e una del 1996 con piccola e media cilindrata.
    Ho guardato in rete e ho visto che sono esonerati solo quelli con un reddito inferiore a 8.000, quindi noi dovevamo fare il 730 vero? Ci dobbiamo aspettare delle belle multe salate da pagare?

    RispondiElimina
  71. Benvenuti a Frank Wood Fondo di prestito, diamo i prestiti di tutti i tipi. se
    hai bisogno di prestito urgente gentilmente contattarci ora per il vostro prestito con
    approvazione immediata per soli 2% di interessi rate.are in ogni problema finanziario?
    Avete bisogno di prestiti veloci per eliminare e ritorno debito per un business migliore,
    non esitate a contattarci qui di seguito le informazioni

    MODULO DI DOMANDA
    NOME ...............................
    COUNTRY ........................
    OCCOPATION ..................
    Reddito mensile .........
    IMPORTO ...........................
    Numero di telefono ..........................
    INDIRIZZO ........................
    DURATA ......................
    SCOPO ........................
    Email: frankwoodloan@gmail.com

    RispondiElimina